panoramica dei resti antichi rinvenuti nel settore settentrionale dello scavo

Il 31 marzo 2010, dopo una sospensione del cantiere (novembre 2009 - marzo 2010), sono riprese le indagini.

Nel settore settentrionale, al di sotto dei resti delle cantine del caseggiato moderno, sono comparse strutture murarie di epoca romana imperiale tra cui alcuni ambienti forse pertinenti a edifici di tipo commerciale, un’area aperta con lacerti relativi a più livelli di un tracciato viario nel quale sono stati reimpiegati grossi basoli. Si segnala la presenza di alcune tombe tardo-antiche disposte ai bordi della strada. Il tracciato continua a essere in uso per tutto il Medioevo.

Nel settore meridionale, invece, si è proceduto allo scavo della fase moderna, consistente, analogamente a quanto riscontrato nell’area settentrionale, nei resti delle cantine degli edifici di epoca moderna. In particolare è stato messo in luce parte del caseggiato che si estendeva tra vicolo della Padella e vicolo dello Struzzo di proprietà dei Mancini e dei Ruggia.