Skip to Content

La cappella dei Santi Medici

Pianta della chiesa di Santa Maria Antiqua con la localizzazione della cappella dei Santi Medici

La cappella dei Santi Medici può essere identificata come il diaconicon della chiesa di Santa Maria Antiqua, uno degli ambienti di servizio adiacente al presbiterio, tipico delle chiese bizantine.

 

Essa è delimitata da alte pareti ed è illuminata da un unico finestrone posto sul lato nord dal quale entra una luce indiretta e soffusa che contribuisce alla realizzazione della soave atmosfera di questo spazio. Il nome della cappella si riferisce al ciclo pittorico delle pareti datato al tempo di Papa Giovanni VII (705-707) che presenta grandi figure di santi anargyroi o guaritori che non accettano denaro. Grazie alla presenza di queste figure, secondo uno studio recente la cappella veniva utilizzata da malati in cerca di guarigione che vi meditavano durante la notte.Cappella dei Santi Medici. Veduta generale dopo il restauro

Sulle pareti sopravvivono anche intonaci ed altri elementi che documentano la decorazione dell’ambiente in epoca pagana; mentre una croce gemmata dipinta direttamente sul muro laterizio nella parte inferiore della parete ovest sembra testimoniare l’utilizzo della cappella anche dopo l’abbandono della chiesa nell’847.

 

La cappella è stata restaurata nel 2003-2004 con fondi messi a disposizione dal World Monuments Fund ® Robert W. Wilson Challenge to Preserve Our Heritage.